ramoalberofoglieC3Aggiornare e formare i docenti, gli educatori gli operatoriculturali in servizio ha sempre rappresentato per me un importante impegno culturale. Ritengo che soltanto modificando le pratiche educative e il modo di pensare degli educatori, si possa sperare in un miglioramento effettivo delle competenze e della qualità della vita dei bambini, dei ragazzi e di tutti noi adulti.

Il cambiamento e la crescita, professionale ed umana, si correlano ad una formazione flessibile e diversificata. Una formazione dove i partecipanti sono costruttori attivi della propria conoscenza, capaci di rispondere ai bisogni ed alle aspettative loro e del territorio, offrendo al tempo stesso mete ed orizzonti nuovi in funzione di un futuro da edificare.

Ho sempre concepito la formazione come un “circuito formativo” in cui interagiscono, ove possibile, tutti gli adulti-mediatori di cultura, quindi anche genitori e familiari, perché…all’inizio di ogni storia personale c’è innanzitutto la famiglia [apri pdf].